SHARE

L’appuntamento è per il 9 maggio prossimo, in occasione dell’anniversario della Dichiarazione Schumann, nel maestoso Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio a Firenze. Lì si incontreranno , e presumibilmente si scontreranno, in diretta tv 4 candidati alla Presidenza della Commissione europea scelti dai principali partiti transnazionali. Si tratta di Jean-Claude Juncker, Partito Popolare Europeo (PPE); Martin Schulz, Partito Socialista Europeo (PSE); Guy Verhofstadt, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa (ALDE) e José Bové, Partito Verde Europeo (PVE).

I loro nomi figureranno nelle schede elettorali dei partiti nazionali di riferimento, e la forza politica che risulterà vincitrice a livello europeo dovrebbe esprimere il futuro presidente della Commissione. Utilizziamo il condizionale perché questo meccanismo, delineato dal nuovo Trattato Di Lisbona, non è stato ancora mai sperimentato, ed esiste un margine di incertezza sui criteri di attuazione.

A rivolgere le domande ai 4 esponenti politici europei ci saranno Tony Barber, Europe Editor del Financial Times, l’italiana Monica Maggioni, Direttrice di RAI News 24 e J.H.H. Weiler, Presidente dell’Istituto Universitario Europeo. L’evento, organizzato dall’EUI, European University Institute, sarà trasmesso in diretta televisiva su RAI News 24 ed in live streaming sul web e vedrà la partecipazione di esponenti del mondo politico italiano ed europeo. Fra gli altri, il premier Mateo Renzi (la scelta di Firenze non dovrebbe essere casuale) e il presidente della commissione Barroso.

Sarà forse la prima occasione per misurare dal vivo la capacità dei leader politici europei di essere vicini alla sensibilità e ai problemi della gente, e per mettere a confronto programmi e visioni politiche, fra loro anche molto distanti.

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here