SHARE

Non sarà stata una «grande vittoria» come annunciato dal leader dell’Ukip, ma alla fine Nigel Farage, alleato di Grillo in Europa, è riuscito a rabberciare gli eurodeputati di 7 paesi, necessari per formare un gruppo al parlamento di Strasburgo. Grazie ad una transfuga del Front National, Joëlle Bergeron, che dà un’impronta ancora più di destra al raggruppamento.

«Saremo la voce della gente» ha esultato il capo del EFD, Europa della Libertà e della Democrazia, gruppo euroscettico di estrema destra, in un messaggio rilanciato con risalto sul blog di Grillo. Nella caccia all’ultimo deputato, il soccorso finale che ha consentito la formazione di un gruppo parlamentare autonomo è arrivato da 2 parlamentari dei Democratici svedesi, da una fuoriuscita francese del Front National di Marine Le Pen, e da un parlamentare lettone dell’Unione dei verdi e dei consumatori..
Questi 4 europarlamentari provenienti da tre paesi hanno consentito al gruppo EFD di nascere (o meglio, di rinascere, visto che esisteva anche nella precedente legislatura), nel rispetto del regolamento di Strasburgo che per la formazione di un gruppo prevede la presenza di almeno 25 parlamentari provenienti da 7 paesi.

Prima dell’ingresso dei 4 nuovi arrivati, all’EFD avevano aderito solo  4 forze politiche: l’Ukip del britannico Farage (24 seggi), il M5S di Grillo (17), i lituani di Ordine e Giustizia (2), e un parlamentare ceco del Partito dei cittadini.

In tutto quindi i deputati che fanno capo all’EFD saranno 48. Un numero che pone il gruppo di Farage-Grillo al sesto o settimo posto per numero di aderenti, nella classifica provvisoria elaborata dal parlamento europeo

Ancora incerto il numero di parlamentari che aderirà all’estrema destra di Le Pen. Per avere un’idea delle forze euroscettiche di destra che saranno presenti nel nuovo parlamento, leggi il nostro precedente post. Complessivamente la destra euroscettica può contare su 157 su 751 eurodeputati. Questo il quadro aggiornato ad oggi, 19 giugno 2014

PEgruppi

Grazie al nuovo gruppo, l’EFD potrà contare su sovvenzioni  per un importo stimato in 5,8 milioni di euro, secondo il think tank Open Europe. Euroscettici sì, ma con i soldi dell’Europa!

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here