SHARE

Con le elezioni europee è cresciuto l’interesse dell’opinione pubblica nei confronti del sistema-Europa, dei suoi meccanismo di funzionamento, della sua struttura a volte barocca e incomprensibile. Questo rinato interesse è anche l’effetto paradossale della propaganda dai movimenti anti europei, che hanno finito per stimolare la curiosità della gente nei confronti dell’UE.

Ma orientarsi nel labirinto dei Trattati e dei regolamenti dell’Unione non è facile. Per questo riteniamo che possa essere utile una piccola guida per semplificare l’approccio di chi vuole orientarsi nella complessa architettura istituzionale europea; una realtà nella quale spesso parole simili hanno significati anche molto diversi. Un esempio classico? Consiglio europeo, Consiglio dell’Unione europea e Consiglio d’Europa, sono tre istituzioni diverse, e l’ultima non fa neanche parte dell’UE. Eppure quante volte sui giornali, alla radio o in tv abbiamo sentito parlare di Consiglio d’Europa a propostito invece di Consiglio europeo? O di semestre europeo invece di semestre di presidenza?

Del resto in un’architettura complessa e stratificata com’è quella della UE, nella quale coesistono ben 14 diverse istituzioni, 40 agenzie e oltre 700 acronimi è facile perdersi se non si ha a disposizione un filo diArianna. E le guide, ottime e complete, messe in Rete dalle varie istituzioni europee, spesso sono troppo complicate e difficili da capire e da consultare, specie da chi si avvicina per la prima alle questioni europee.

Da qui l’idea di pubblicare on line un piccolo Manuale, che certo non ha alcuna pretesa di esaustività o di ufficialità; anzi vuole deliberatamente avere un approccio critico e informale, semplice ma non superficiale, come spesso purtroppo accade con il materiale reperibile in Rete. Un Manuale di consultazione, insomma, utile per capire l’Europa di oggi.

Di seguito le prime tre schede sul Parlamento europeo, il Consiglio europeo e il Consiglio dell’Unione europea

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here